SUD SUDAN, MARIDI: PROGETTO AGRICOLO PER IL DON BOSCO MANGUO CENTER

14 maggio 2020

Comunicare una notizia è sempre importante, ma quando si possono dare "buone notizie" e diventa anche una gioia!
A circa 300 km a ovest di Juba, la capitale del Sud Sudan, si trova la città di Maridi, lungo la grande strada nazionale che da Juba va verso la Repubblica Democratica del Congo.

Il Paese vive un momento difficile dal punto di vista politico, con l'inflazione al 70%, la povertà al 50% e la sanità disponibile solo per 1 sudanese su 4.
A tutto questo si aggiunge la pandemia di Covid-19 che, in Sud Sudan, all'apparenza, non ha per ora avuto un diffusione elevata, ma il monitoraggio dei dati in un Paese come questo non è così semplice.

In questo contesto complesso e difficile, i Salesiani sono presenti in diverse zone del Paese per offrire ai più piccoli e poveri un aiuto, l'educazione e la formazione.
Nel novembre del 2018 don Giordano Piccinotti, il Presidente della Fondazione Opera Don Bosco nel Mondo, ha visitato alcune opere salesiane del Sud Sudan.
A Maridi ha incontrato una realtà vivace e molto attiva sul fronte della formazione professionale: il Don Bosco Manguo Center.
In quest’opera salesiana si è deciso di formare i giovani alle tecniche agricole per educarli a coltivare la terra per l’autosostentamento e per vendere parte dei prodotti e ottenere un reddito per la propria famiglia.

Per questo motivo nel 2019, grazie al contributo della Fondazione Clelia di Lugano, è stato possibile inviare un aiuto di CHF 15.000 con i quali sono stati acquistati strumenti tecnici (vanghe, zappe, rastrelli, falci, stivali di gomma, taniche per l’acqua, tubature per l’irrigazione, cesoie, etc ...), semi e carburante per il trattore, necessari ai nuovi 100 studenti del Don Bosco Manguo Center di Maridi che hanno iniziato il corso di agricoltura.
Ora se ne posso vedere i frutti concreti!



Grazie di cuore!!!